Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti NBA Draft 2022: Paolo Banchero, futura stella NBA e della nazionale italiana

NBA Draft 2022: Paolo Banchero, futura stella NBA e della nazionale italiana

di Giovanni Oriolo
Draft NBA 2022 Banchero

NBA Draft 2022: Paolo Banchero un “light Griffin” con un primo passo da guardia

In questi mesi, in Italia e in America, sono piovuti i paragoni per il lungo di Duke. La verità è che il nativo di Seattle è un giocatore molto particolare e difficile da comparare, in quanto possiede un fisico da lungo, ma abilità e stile di gioco quasi da guardia. Per struttura fisica molti lo paragonano a una versione light del primo Blake Griffin. 6’10” x 250 libbre sono le misure ufficiali di Paolo ad ora, mentre 6’9″ x 250 libbre quelle dell’ex Clippers appena entrato nella lega. Il centro dei Blue Davils, con l’attuale lungo dei Nets, oltre al fisico possiede in comune anche alcuni punti di forza e di debolezza.

Proprio come faceva Griffin negli anni d’oro, Banchero ha dominato in NCAA giocando molto dal post grazie a un mix di potenza, rapidità di piedi e un buon jumper. L’azzurro, però, ha già un tocco e range di tiro migliore. Griffin, effettivamente, ha aggiunto al suo repertorio una più elevata abilità di passaggio e un discreto tiro da tre punti solo negli ultimi anni. Banchero, invece, già prima di entrare in NBA è migliore sotto questi due fondamentali. D’altro canto Blake è stata una prima scelta assoluta del draft del 2009 e uno dei motivi principali era la sua esplosività fuori dal comune. Dal un punto di vista dell’atletismo l’azzurro non regge minimamente il confronto.

Proprio per questo negli USA è tanto in voga la comparison con Julius Randle . Altro giocatore con il suo telaio notevole, che in post sa andarci con ottimi risultati, ma che è meno esplosivo e più capace di giocare anche lontano dal canestro. Dell’attuale stelle dei Knicks, Banchero, ricorda molto la capacità di fare segnare in modi diversi: da azioni di isolamento, sia chiudendo con un tiro dalla distanza che andando in penetrazione.

Andando a pescare tra i giocatori non più in attività, valido è anche l’accostamento a Chris Webber. Ex stelle, tra le tante, dei Sacramento Kings. Altra prima scelta, altro lungo con misure simili e altro giocatore che ha fatto della sua potenza fisica e dell’atletismo le principali armi. Però anche Chris, come Paolo, aveva una mano educata e repertorio di giocate più ampio del solo post.

You may also like

Lascia un commento