fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets “Brooklyn Nets, ecco come arriveremo ad un grande free agent” Parola di Sean Marks

“Brooklyn Nets, ecco come arriveremo ad un grande free agent” Parola di Sean Marks

di Michele Gibin

Sean Marks, general manager dei Brooklyn Nets, si è detto durante l’ultimo episodio di “The Woj Pod” di Adrian Wojnarowski “fiducioso che il sistema e la cultura di pallacanestro” dei Nets assicureranno alla squadra un grande free agent la prossima estate.

I Brooklyn Nets sono stati protagonsiti di un inizio di stagione altalenante e caratterizzato da alcuni infortuni.

Le prime partite hanno però evidenziato a tratti il grande talento a disposizione di coach Kenny Atkinson. Giocatori come Caris LeVert, Spencer Dinwiddie, Joe Harris e Jarrett Allen stanno ripagando a pieno la fiducia riposta.

View this post on Instagram

Season-highs for Spencer and Joe 👌

A post shared by Brooklyn Nets (@brooklynnets) on

Sean Marks, GM del nuovo corso Nets dal febbraio 2016, è l’artefice della costruzione di uno dei roster più giovani ed interessanti al momento nell’intera NBA.

I Nets si iscriveranno alla prossima free agency (quella di Kevin Durant, Kawhi Leonard, Jimmy Butler, Kemba Walker, Klay Thompson e Khris Middleton) con la possibiltà di offrire soldi e flessibilità salariale ad una delle tante stelle che sonderanno il mercato.

Marks ritiene però che i soldi ed il palcoscenico di una grande metropoli da soli non basterebbero a convincere un nome di prima grandezza a sposare la causa dei Brookyln Nets.

L’ex giocatore dei Phoenix Suns punta su due fattori per lui determinanti: cultura cestistica ed il sistema di pallacanestro implementato da coach Atkinson:

Ciò che vogliamo mostrare al mondo quest’anno è che i ragazzi possono competere, partita dopo partita. E’ una cosa importantissima. Ciò a cui un grande free agent guarda è, quando deve decidere del suo futuro per i prossimi 4 o 5 anni: con quali compagni giocherò? Saranno in grado di aiutarmi? Con chi voglio giocare? Con quale sistema?

– Sean Marks sugli obiettivi futuri dei Brooklyn Nets –

Sean Marks: “Brooklyn Nets, il vento è cambiato”

Marks si sofferma in particolare sulla buona reputazione di cui coach Kenny Atkinson gode nei circoli NBA:

I giocatori adorano giocare e faticare per coach Atkinson. Ed io sono orgoglioso di questo, l’obiettivo di Kenny e del suo staff è sempre stato quello di tirar fuori il massimo da tutti (…) sono fiero di ciò che questo gruppo sta costruendo qui, da ormai più di due anni

Spencer Dinwiddie guardia dei Brooklyn Nets

Spencer Dinwiddie guardia dei Brooklyn Nets

Sean Marks ha dovuto costruire l’attuale roster senza potersi avvalere di scelte al primo giro, cedute nel corso degli anni a seguito della scriteriata e celeberrima trade che portò Paul Pierce e Kevin Garnett a Brooklyn (2013).

Caris LeVert arrivò da Indiana a seguito di una trade che coinvolse nell’estate 2016 Thaddeus Young.

Joe Harris fu firmato lo stesso anno dopo essere stato tagliato dai Cleveland Cavs, mentre Jarrett Allen arrivò l’anno successivo via draft (selezionato da Washington e ceduto a Brooklyn in cambio di Bojan Bogdanovich).

l’attuale point guard titolare D’Angelo Russell arrivò invece da Los Angeles, sponda Lakers, in cambio dei diritti su Kyle Kuzma e del lungo Brook Lopez. Il sorprendente Spencer Dinwiddie venne infine “pescato” in uscita da Detroit, al termine della stagione 2015\16.

Le previsioni che riceviamo dagli agenti, dai giocatori, sono tutte positive. Il vento sta cambiando, qui a Brooklyn. Noi tutti sappiamo di avere ancora tanta strada davanti, e siamo sempre pronti a migliorarci ed osservare ciò che altri team fanno (…) non c’è niente di meglio che giocare a New York o L.A. ma ciò che oggi i giocatori cercano è un livello di pallacanestro adatto alle loro aspirazioni. L’anno prossimo, Nets, Knicks, Lakers e Clippers potranno spendere tanti soldi, sarà interessante vedere cosa succederà

– Sean Marks sulla free agency 2019 dei Brooklyn Nets –

Mikhail Prokhorov, proprietario dei Brooklyn Nets

I Brooklyn Nets sono attualmente di proprietà di Mikhail Prokhorov.

Il magnate russo acquisì gli allora New Jersey Nets nel 2009, e fu l’artefice del passaggio della franchigia a Brooklyn, e della costruzione del Barclays Center.

Prokhorov ed il fondatore di Alibaba.com Joseph Tsai hanno raggiunto ultimamente un accordo per la cessione del 49% della proprietà a vantaggio del miliardario taiwanese.

Tsai avrà nei prossimi 3 anni l’opzione di rilevare parte della quota di maggioranza di Prokhorov e diventare socio di maggioranza dei Brooklyn Nets.

Secondo Marks, la rinascita in termini di cultura cestistica della franchigia deve molto all’impegno del magnate russo:

Non so quando il passaggio di proprietà avverrà definitivamente, ma sia Mikhail (Prokhorov) che Joe (Tsai) sono stati in questi anni sempre presenti, hanno dimostrato pazienza e capacità di vedere oltre, di visualizzare che cosa stiamo cercando di costruire qui a Brooklyn (…) per un general manager è importantissimo avere un proprietario che capisca un discorso del genere: quando scambiammo Thaddeus Young per LeVert nel 2016, dissi a Mikhail ‘prenderemo alla numero 20 un ragazzo che probabilmente non portà giocare per tutta la prima stagione’. E Prokhorov fu incredibile nell’accettare il rischio

– Sean Marks su Mikhail Prokhorov –

La situazione salariale dei Brooklyn Nets in vista del 2019

L’estate 2019 presenterà a Sean Marks alcune scelte difficili.

D’Angelo Russell, Spencer Dinwiddie, Rondae Hollis-Jefferson e DeMarre Carroll diventeranno free agent.

D'Angelo Russell

D’Angelo Russell

I Nets dovranno dunque decidere su chi puntare in vista della prossima free agency, con un occhio più che interessato alle decisioni di giocatori importanti.

Jimmy Butler (che ha indicato Brooklyn quale meta gradita), Klay Thompson, Kemba Walker e Khris Middleton – gli obiettivi più realistici per i Nets.

Giocatori come Carroll, Kenneth Faried, Allen Crabbe e Hollis-Jefferson potrebbero inoltre risultare utili pedine di scambio sul mercato, in previsione della trade deadline del prossimo febbraio.

A partire dall’estate 2019, i Nets “riavranno” la loro prima scelta al draft, in aggiunta alla prima scelta dei Denver Nuggets (scelta protetta 1-12).

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi