fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics Heat-Celtics: senza Butler Adebayo incontenibile, Boston KO e con l’allarme difesa

Heat-Celtics: senza Butler Adebayo incontenibile, Boston KO e con l’allarme difesa

di Michele Gibin

No Jimmy Butler, no problem per i Miami Heat che battono per 112-106 i Boston Celtics e si avvicinano al terzo posto nella Eastern Conference detenuto proprio dai biancoverdi.

Butler tiene a riposo una caviglia dolorante, e coach Spoelstra si affida a Bam Adebayo, alla mira di Duncan Robinson ed ai suoi veterani Goran Dragic e Kelly Olynyk per superare dei Celtics particolarmente fallosi (26 falli totali, per 39 tiri liberi Heat).

Coach Stevens, dall’altra parte, aumenta il minutaggio per Kemba Walker (27 minuti e 15 punti) ma viene “tradito” dalla cattiva serata di tiro di Jaylen Brown e Gordon Hayward che chiudono con 0 su 10 al tiro da tre punti complessivo. Per Miami è la voglia di riscatto di Bam Adebayo a fare la differenza: “Contro i Raptors non avevo giocato bene, non ci ho davvero dormito e oggi ho voluto fare di tutto per vincerla (…) oggi abbiamo voluto mettere in chiaro alcune cose: possiamo giocarcela con tutti“.

21 punti e 12 rimbalzi per Adebayo, con 18 tiri liberi tentati, Goran Dragic dalla panchina segna 20 dei 48 punti totali e Duncan Robinson è il solito bombardiere: 5 su 11 al tiro da tre punti per 21 punti finali, e le due triple che decidono la contesa nel minuti finali.

Per i Boston Celtics, all’amministrazione controllata di Kemba Walker si aggiunge nella bolla di Orlando un altro potenziale problema, la difesa: i 112 punti concessi agli Heat sono il minimo in tre partite, dopo i 119 concessi ai Bucks ed i 129 (con un tempo supplementare) ai Trail Blazers, 117.9 punti subiti per 100 possessi in tre gare, la terza peggior prestazione tra le 22 squadre ancora in gioco.

Contro Miami, Marcus Smart è uscito per falli dopo soli 16 minuti, 5 falli anche per Jayson Tatum, e gli Heat hanno segnato 63 punti nel primo tempo: “Non siamo stati per nulla solidi, e loro ne hanno approfittato“, così coach Stevens nel post gara “La nostra difesa deve migliorare molto rispetto a quanto fatto nelle prime tre partite, Miami oggi ha giocato con intensità molto superiore“.

Contro Boston la miglior partita della sua breve incarnazione in maglia Heat per Andre Iguodala, che chiude con 6 punti, 8 rimbalzi e 4 assist in 32 minuti di gioco, il rookie Tyler Herro segna 11 punti in 22 minuti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi