Home NBA, National Basketball AssociationLeBron James LeBron James: “Spero di finire la carriera ai Lakers”

LeBron James: “Spero di finire la carriera ai Lakers”

di Mattia Picchialepri

Ventesima partecipazione all’All Star Game per LeBron James, con l’ala dei Los Angeles Lakers che ha preferito non forzare troppi minuti in campo per un fastidio alla caviglia che persiste da qualche settimana. La vittoria dell’Est lascia il tempo che trova, in un ASG poco emozionante: ci ha pensato l’ex Cleveland Cavaliers, in conferenza stampa, a rendere un po’ più interessante la manifestazione, parlando del proprio futuro con i Lakers.

Lakers, LeBron James e la trade agli Warriors: “Non sapevo nulla”

È difficile trovare un record in NBA che non sia di proprietà di LeBron James. Prima della sua ventesima partecipazione record all’All Star Game, LBJ ha condiviso ciò che era ormai evidente: la fine imminente della sua illustre carriera è più vicina. Pur non avendo delineato un piano dettagliato per la conclusione dei suoi giorni da giocatore, LeBron James ha espresso una preferenza chiara: indossare la maglia viola e oro come membro dei Los Angeles Lakers.

“Essere un Laker mi rende felice, sono stato estremamente felice di far parte di questa squadra negli ultimi sei anni e spero che rimanga così” ha dichiarato James. “Ma non posso predire quanto tempo durerà questa esperienza o quale divisa indosserò in futuro. Naturalmente, spero che sia ancora con i Lakers. È un’organizzazione eccezionale, ricca di opportunità. Tuttavia, il futuro è sempre incerto, quindi vedremo come si evolveranno le cose.” Il futuro è incerto, ma LeBron pensa solo al bene della propria squadra: “Sto cercando di rendere la mia caviglia più forte per quest’ultimo terzo di stagione. Giocherò qualche minuto, poi darò un’altra opportunità di riposare alla mia caviglia”.

Nelle ultime settimane, alcune indiscrezioni hanno parlato di una presunta telefonata di Draymond Green a Joe Lacob, proprietario dei Golden State Warriors, per provare a convincere i Lakers a mandare LeBron James nella Baia. The King, però, non ne sapeva niente: “Ne ho sentito parlare quando gli altri ne hanno sentito parlare. A volte ci sono conversazioni a porte chiuse che non conosci, immagino che te le riferiscano solo se sono reali. Non mi è mai arrivato”. Una soffiata, dunque, che non è andata a buon fine: i Los Angeles Lakers avranno bisogno del loro leader per continuare a credere ai playoff, in una Western Conference più agguerrita che mai.

You may also like

Lascia un commento