fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationEvidenza Lakers, KO all’overtime contro gli Wizards, LeBron: “Più riposo? Sono qui per lavorare”

Lakers, KO all’overtime contro gli Wizards, LeBron: “Più riposo? Sono qui per lavorare”

di Francesco Schinea

Prosegue il momento di difficoltà dei Los Angeles Lakers di LeBron James, che all’overtime contro gli Washington Wizards ottengono la loro terza sconfitta consecutiva, la quarta nelle ultime cinque partite. Viste le assenze di Anthony Davis e Dennis Schroder, due degli elementi più importanti del roster dei giallo-viola, James è stato costretto ancora una volta agli straordinari, giocando 43 minuti.

“Penso che questa storia secondo cui ‘LeBron ha bisogno di più riposo’ sia diventata più grande di ciò che è realmente”, ha dichiarato a ESPN nel post-partita. “Non ne ho mai parlato, non voglio farlo perché non ci credo. Tutti abbiamo bisogno di più riposo, il passaggio dalla scorsa stagione a questa è stato molto veloce, tutti speravamo di poter riposare maggiormente. Io però sono qui per lavorare, timbrare il cartellino ed essere a disposizione dei miei compagni. Se sono infortunato o non mi sento al meglio allora possiamo parlarne, ma il mio amore per il gioco e la possibilità di essere a disposizione dei miei compagni è più importante di ogni altra cosa”.

Nonostante i 31 punti con 13 assist e 9 rimbalzi, il n°23 non è riuscito ad evitare la sconfitta dei Lakers. Gli uomini di coach Frank Vogel hanno toccato anche il +17 di vantaggio nel terzo quarto, prima di essere rimontati. Determinante proprio un errore di LeBron ai tiri liberi che avrebbe potuto portare avanti i suoi a 9.8 secondi dalla fine del quarto periodo: “Mi prendo ovviamente tutte le responsabilità per il tiro libero sbagliato. Avrei dovuto metterlo a segno, un punto facile per noi. Non abbiamo perso la partita in quel momento, ma di sicuro mi prendo la responsabilità e so di dover fare meglio”.

LeBron James ha avuto a disposizione solo 71 di riposo dalla vittoria del titolo NBA all’inizio del 2020/21, disputando tutte le partite e spesso, come nel caso di Lakers-Wizards, giocando più di 40 minuti. In particolare nel mese di febbraio ha giocato 38.2 minuti a partita, il minutaggio più alto dell’intera lega. A tal proposito è stato chiesto a Vogel se ha valutato l’idea di tenere fuori l’ex Cavaliers: “L’abbiamo preso in considerazione per tutta la stagione con lui e prenderemo queste decisioni partita per partita“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi