fbpx
Home NBANBA News Pelicans in rimonta sui Jazz, Zion Williamson ancora al top, Gobert: “Grande futuro davanti”

Pelicans in rimonta sui Jazz, Zion Williamson ancora al top, Gobert: “Grande futuro davanti”

di Michele Gibin

Terza vittoria su tre partite di pre-season per i New Orleans Pelicans, anche questa in rimonta sul parquet di casa dello Smoothie King Center contro gli Utah Jazz.

Un parziale di 12-0 nel quarto periodo, chiuso da Zion Williamson con un gioco da tre punti, mette definitivamente avanti i Pelicans che vincono per 128-127 sui Jazz e si godono le prove convincenti dei due rookie Williamson e Nickeil Alexander-Walker. Dopo i 29 segnati contro i Chicago Bulls, la prima scelta assoluta da Duke chiude la sua terza gara di pre-season con 26 punti (9 su 12 al tiro, a segno l’unico tiro da tre punti tentato) e 5 rimbalzi, con 7 su 9 ai tiri liberi in 23 minuti.

Nickeil Alexander-Walker fa ancora meglio rispetto alla prova di due giorni fa, e chiude con 22 punti e 4 assist (7 su 9 al tiro e 4 su 5 al tiro da tre punti) in soli 16 minuti.

27 su 38 al tiro è il bottino nelle prime tre partite per Zion Williamson, che non ha sofferto venerdì notte la presenza a centro area di Rudy Gobert (15 punti ma soli 3 rimbalzi in 24 minuti di gioco): “Bisogna rispettare un giocatore come Gobert” Spiega Zion dopo la gara “Quando c’è lui, bisogna andare forti al ferro. Giocare qui a New Orleans finalmente è stato fantastico, la prima tripla? Bella sensazione“.

Williamson è sorprendentemente agile per la sua stazza” Così Gobert “Riesce a prenderti di sorpresa, cambia direzione con una velocità notevole. Ha un grande futuro davanti a sé“.

Lontano dai riflettori ed al riparo dalla Zion Mania, Brandon Ingram ha iniziato la sua stagione con numeri importanti, imponendosi come opzione offensiva primaria per coach Alvin Gentry. Per l’ex Lakers una partita da 18 punti, 6 rimbalzi e 3 assist in appena 22 minuti di gioco, nonostante le 4 palle perse.

Gli Utah Jazz hanno subito 39 punti nel solo quarto periodo, perdendo nonostante le grandi percentuali al tiro (19 su 38 al tiro da tre punti, 59% complessivo), per Mike Conley una prova da 13 punti e 7 assist in 23 minuti, 15 punti e 8 rimbalzi per Bojan Bogdanovic e 8 assist in uscita dalla panchina per Joe Ingles, esperimento di coach Quin Snyder in vista dell’inizio della stagione.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi