fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Steven Adams racconta l’abbraccio con Popovich: “Momento unico in tutta la mia carriera”

Steven Adams racconta l’abbraccio con Popovich: “Momento unico in tutta la mia carriera”

di Luca Castellano

A tutto Steven Adams. Il big man dei Thunder, ha parlato nella sua autobiografia di uno dei momenti più emozionanti della sua carriera: l’abbraccio con l’head coach dei San Antonio Spurs Gregg Popovich.

Steven Adams: “Coach Popovich ha mostrato grande vicinanza alla nostra squadra dopo quella sconfitta”

Manca poco più di un mese all’inizio ufficiale della stagione Nba e in attesa di conoscere le prime sensazioni alla vigilia dei training camp, arrivano racconti da parte delle superstar Nba attualmente in vacanza in ogni angolo del globo.

Questa volta il protagonista è Steven Adams, uomo di riferimento sotto le plance in casa Oklahoma City Thunder nelle ultime due stagioni, e pronto a vivere una stagione di riscatto dopo la triste eliminazione maturata lo scorso anno per mano degli Utah Jazz.

In questi ultimi giorni infatti il big man neozelandese ha pubblicato un autobiografia, che racconta i momenti più importanti della sua giovane carriera insieme a Russell Westbrook e soci ad Oklahoma. 

Ecco un’estratto della sua autobiografia pubblicato nella notte dall’insider americano Erik Horne, redattore del quotidiano ‘The Oklahonian‘:

“L’anno delle western Conference Finals perse con gli Spurs è avvenuto un siparietto insolito con coach Popovich. Subito dopo la nostra sconfitta proprio contro San Antonio, pronta alla rivincita con i Miami Heat alle Finals, ero distrutto mentalmente. È stato proprio coach Popovich a rincuorarmi e a mostrare tutto il suo affetto per una sconfitta che pesava tantissimo per me, al mio anno da rookie con i Thunder. Coach Popovich ha mostrato grande vicinanza alla nostra squadra dopo quella sconfitta rendendo meno doloroso e indimenticabile uno dei momenti più tristi della mia carriera”.

 

LEGGI ANCHE:

NBA Free agency: chi ha bisogno di una trade per rilanciarsi?

Charles Barkley smonta le speranze dei Lakers: “Non sono un top team, LeBron ha scelto Hollywood”

Kobe: “I miei giocatori preferiti? Da Jordan ad Harden, sono molti”

NBA Fan Zone Milano: ritorna l’8 e 9 settembre, le info utili

Anthony Davis: “Boogie è un nemico ora. Per battere gli Warriors devi essere perfetto”

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi