Washington Wizards, John Wall insulta coach Brooks, multato
125260
post-template-default,single,single-post,postid-125260,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Wizards, John Wall insulta coach Brooks in allenamento, multato

Wizards, John Wall insulta coach Brooks in allenamento, multato

Washington Wizards, John Wall multato dalla squadra dopo le offese rivolte a coach Scott Brooks.

Sessione di allenamento animata per gli Wizards sull’orlo di una crisi di nervi, quella di lunedì. Prima i report che hanno descritto un Bradley Beal furente con tutto e tutti, e stanco dell’ambiente turbolento che da anni “distingue” lo spogliatoio dei capitolini.

Beal, esasperato dai continui screzi e liti tra compagni di squadra, avrebbe tuonato: “Sopporto tutto questo da sette anni!

Allo stesso modo, il compagno di reparto di Beal, John Wall, sarebbe esploso contro Brooks a seguito di un rimprovero dell’ex coach degli Oklahoma City Thunder.

Come riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN, Wall avrebbe letteralmente mandato Brooks “a farsi f*****e”. dopo un invito del coach ad alzare l’intensità durante l’allenamento.

Un’inaccettabile, per quanto comprensibile visto il momento estremanente negativo della squadra, reazione da parte di Wall, che – sempre secondo Wojnarowski – si sarebbe però subito scusato con Brooks e con i suoi compagni di squadra.

Automatica la multa per il 5 volte All-Star.

Washington Wizards, si cercano acquirenti per Porter?

La pazienza in casa Wizards sarbbe ufficialmente terminata. Con una mossa ad effetto, nel tentativo di stimolare la squadra ad una reazione, la proprietà avrebbe reso pubblica la disponibilità ad aprire scenari di trade per qualsiasi giocatore a roster.

Il classico scenario da “nessuno è al sicuro”.

crisi Wizards

Bradley Beal e John Wall, chi lascerà gli Washington Wizards?

Il contratto di John Wall è difficilmente scambiabile (Wall, 28 anni, guadagnerà in media 42 milioni di dollari a stagione per prossimi quattro anni), e le prestazioni dell’ex Kentucky Wildcats in calo, complici anche alcuni problemi alle ginocchia.

Bradley Beal ha potenzialmente un grande mercato, ma gli Wizards cercheranno in ogni modo di trattenerlo e costruire un nuovo corso attorno al prodotto di Florida.

Otto Porter Jr è dunque l’indiziato numero uno tra i nomi pronti a lasciare la capitale. L’ex Georgetown sta vivendo una stagione difficile, ed è titolare di un contratto pesante (un quadriennale da 106 milioni di dollari, compreso di “trade kicker” che innalza del 15% il valore dei rimanenti anni di contratto in caso di trade).

Porter ha però ancora solo 25 anni, ed è uno “specimen” tra i più ricercati oggi nella NBA. Un’ala piccola versatile, buon difensore e buon tiratore da tre punti, un giocatore miglioratosi anno dopo anno dal suo ingresso nella lega 5 anni fa.

Come riportato da Brian Lewis del New York Post, i Brooklyn Nets potrebbero essere una destinazione plausibile per Porter. L’interesse dei Nets per l’ex Hoyas non è cosa nuova. Nel 2017 Seam Marks – GM dei Nets – offrì al giocatore il sopracitato quadriennale. Cifra poi pareggiata dagli Wizards.

Brooklyn, squadra con spazio salariale ed alla ricerca di un’ala versatile da affiancare a Jarrett Allen nel proprio front-court, potrebbe proporre a Washington un pacchetto forte di DeMarre Carroll e Allen Crabbe, in scadenza di contratto.

Una mossa che consentirebbe a Washington di alleggerire uno dei salary cap più onerosi dell’intera NBA.

Seguiteci e dite la vostra su Facebook sul gruppo Passion NBA o su NBA Area, ma anche su Instagram su NBAPassion e sulla nostra pagina Facebook

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment