fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Anthony Davis e i Lakers ritrovano il tiro da tre contro OKC: “Non devo esitare”

Anthony Davis e i Lakers ritrovano il tiro da tre contro OKC: “Non devo esitare”

di Michele Gibin

Gli Oklahoma City Thunder danno del filo da torcere ai Los Angeles Lakers, alla prima partita di una serie di trasferte dopo aver difeso alla perfezione lo Staples Center.

Alla Chesapeake Energy Solutions Arena di Oklahoma City, serve un gran secondo tempo della coppia LeBron James-Anthony Davis per avere la meglio dei Thunder di Shai Gilgeous-Alexander, e della miglior prova balistica di squadra della stagione. I Lakers infilano a OKC 17 delle 31 triple tentate, Anthony Davis chiude con 4 su 7 dalla lunga distanza, e Danny Green e Kentavious Caldwell-pope ne aggiungono 4 a testa.

I Los Angeles Lakers (13-2) segnano 40 punti nel terzo periodo: “Quest’anno troviamo sempre il modo di vincere, quale che sia la partita” Così LeBron James (23 punti, 14 assist e 6 rimbalzi) “I Thunder sono una buona squadra, soprattutto in casa, sapevamo che ci avrebbero messo in difficoltà già martedì scorso, allo Staples“.

Davis? Vogliamo che si prenda più tiri da tre punti. Gli avversari si staccano da lui e lui è un tiratore troppo buono per non tirare, e segnare. Nelle ultime due o tre partite si è prestato di più

La quarta tripla di Anthony Davis è arrivata in un momento fondamentale della gara, a circa due minuti dal termine e dall’angolo per dare un punto di vantaggio ai suoi dopo essere stato servito da James. Davis ha segnato e subito il fallo da Steven Adams, il secondo gioco da quattro punti della sua partita “Volevamo allargare il campo con James e con Kuzma, sapevo che se avessi ricevuto avrei tirato subito“.

Il segreto è non esitare” Così Davis al termine di una partita da 33 punti, 7 assist e 11 su 11 ai tiri liberi, oltre agli 11 rimbalzi “Quando esito al tiro, vado corto o sbaglio proprio di grosso. Quando sono libero, devo tirare, senza pensarci. Quando la mentalità è questa, i tiri vanno dentro“.

Rajon Rondo, espulso ad inizio terzo quarto per un colpo “proibito” ai danni di Dennis Schroeder, ed autore di una partita da 8 punti e 4 assist in 18 minuti, riconosce l’importanza per Davis di trovare continuità al tiro da tre punti: “AD è già un problema difensivo per tutti, e quando gioca da centro e può aprire il campo, l’unico limite è il cielo per lui“.

I Lakers hanno controllato la gara a rimbalzo (45-37) con Davis, JaVale MvGee e Dwight Howard, ma concesso il 51% al tiro ai Thunder di un Gilgeous-Alexander da 24 punti e 7 rimbalzi, ed a Chris Paul (18 punti e 7 assist). Per OKC è la settima sconfitta stagionale arrivata con uno scarto di meno di 6 punti: “E’ una cosa abbastanza stupida, a pensarci” Così PaulNe parlavo con Shai (Gilgeous-Alexander, ndr) e ci siamo trovati d’accordo sul fatto che noi lottiamo sempre fino alla fine, e che dovremmo vincere partite così. E’ il nostro lavoro, dobbiamo trovare il modo di chiudere“. Danilo Gallinari segna 15 punti in 32 minuti, sono 22 con 6 rimbalzi i punti di Steven Adams (9 su 10 al tiro).

Davis è davvero un giocatore speciale “Chiosa coach Frank VogelNon c’è nessuno come lui nella NBA oggi, ha un impatto tutto suo sulla partita, può segnare da tre punti e da sotto, ed in difesa è uno dei migliori“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi