Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Heat, Jimmy Butler segna 47 punti e forza gara 7. Lowry: “Uno dei più grandi con cui ho giocato”

Heat, Jimmy Butler segna 47 punti e forza gara 7. Lowry: “Uno dei più grandi con cui ho giocato”

di Michele Gibin
nba programmazione sky

Sarà gara 7 tra Miami Heat e Boston Celtics, gli Heat fanno l’impresa in gara 6 al TD Garden e vincono per 111-103 trascinati da un immenso Jimmy Butler da 47 punti, 9 rimbalzi, 8 assist e 4 recuperi in 46 minuti, e dal cuore di un Kyle Lowry a mezzo servizio ma autore di due canestri da tre punti pesantissimi.

I Celtics, che si trovano a rincorrere per quasi tutta la partita, sprecano in casa il match point che avrebbe significato il ritorno alle finali NBA dopo 12 anni. Ne avranno un altro, ma a differenza della serie contro Milwaukee questa volta gara 7 la giocheranno in trasferta, alla FTX Arena di Miami.

Una sconfitta dura da mandare giù“, così i giocatori dei Celtics hanno definito gara 6. Tra due squadre che in gara 5 avevano dato l’impressione, netta, di essere al lumicino della forze, la sesta partita della serie risulta essere anche la più bella e quella a punteggio complessivo più alto dopo gara 1. Jayson Tatum, Jaylen Brown e persino Derrick White questa volta hanno percentuali di tiro più che buone, le difese mordono da entrambe le parti con 17 palle perse a testa ma chissà dove – a giudicare da gara 5 – Miami trova le energie per portarsi anche sul +12 )70-58) nel terzo quarto, incassare la rimonta di White e Brown nel quarto periodo per poi giocare meglio il finale.

Jimmy Butler chiude con 16 su 29 dal campo e 4 su 8 da tre punti, ma a 4:42 dal termine Boston è avanti per 97-94 dopo una tripla dall’angolo destro di Derrick White. A pareggiare ci pensa Lowry con un tiro da tre punti in situazione di gioco rotto con Butler, un’invenzione del campione NBA 2019 che vale una buona fetta di gara 7, Butler riporta poi avanti i suoi e con 1 minuto e 49 secondi da giocare sul 102-99 Heat, PJ Tucker strappa dalle mani di Tatum il pallone del potenziale pareggio.

Con 1 minuto da giocare, ancora Tatum mette due possessi di distanza tra le squadre (105-101) ma l’ultima parola è di Jimmy Butler. A 46 secondi dal termine, i Celtics forzano una rimessa Heat da fondo campo con appena 4.6 secondi da giocare, Max Strus serve Butler che in isolamento contro Marcus Smart si inventa – di nuovo – un canestro in allontanamento che chiude gara 6.

I 47 punti di Jimmy Butler sono il suo massimo in carriera ai playoffs e la quarta partita da almeno 40 punti segnati in questa post-season, e la seconda nella sola serie contro Boston. Una corsa che ricorda quella sostenuta nel 2020 nella bolla di Orlando e che terminò solo alle finali NBA. Per coach Erik Spoelstra, che ha dovuto fare a meno di Tyler Herro anche in gara 6, “è giusto che queste due squadre vadano a gara 7. Ora siamo solo elettrizzati all’ida di giocarcela davanti al nostro pubblico“.

Dopo la partita, come al solito, Jimmy Butler ha usato fin troppa falsa modestia per definire la sua prova in gara 6: “E’ stata discreta, si“, subito corretto da Kyle Lowry seduto al suo fianco sul palco delle intervista: “E’ stata una ca**o di grande partita! E’ incredibile giocare con un come lui in squadra, io ho avuto tanti grandi giocatori come compagni ma lui è uno dei migliori“.

Gara 7 decreterà chi affronterà i Golden State Warriors alle NBA Finals 2022, che inizieranno il 2 giugno. Dopo la partita, PJ Tucker ha lanciato una frecciata a Draymond Green, che prima di gara 6 nella sua doppia veste di giocatore e analyst TV con TNT aveva pronosticato i Celtics vincenti: “Ditegli che ho apprezzato molto…“, così il campione NBA 2021 con i Bucks.

Butler: “Un messaggio di Wade mi ha ispirato” prima di gara 6

Jimmy Butler sta giocando come noto sopra a un problema al ginocchio destro, che ovviamente non comporta una scusa per l’ex Bulls: “Io faccio solo tutto quello che serve per vincere una partita (…) prima (di gara 6, ndr) ho ricevuto un messaggio da Dwyane Wade. Mi ha detto che potevo farcela, il ginocchio non è al meglio ma non importa. Vai là fuori e continua a costruire la tua legacy. Ha significato molto per me, grazie a Dwyane“.

D-Wade di solito non mi cerca mai, tranne quando sa che ho davvero bisogno di una parola da lui“.

Kyle Lowry ha segnato 18 punti con 4 su 9 al tiro da tre, e con 10 assist nonostante delle condizioni fisiche ben lontane dal 100%, e ha chiuso la sua partita con 6 falli. “Kyle? Non potrei mai dire abbastanza su di lui“, così coach Spoelstra “E’ un veterano e un leader, per noi è importantissimo perché ci dà qualcosa che non si può vedere dalle statistiche. Sa dare calma e fiducia agli altri, e dirige il nostro attacco e capisce i momenti della partita, dove far arrivare il pallone e a chi (…) non sono cose che si insegnano, ed è un grande giocatore nei momenti caldi. E’ come avere un grande quarterback“.

You may also like

Lascia un commento