fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationEvidenza Heat, tre possibili colpi di mercato più uno per puntare al titolo NBA

Heat, tre possibili colpi di mercato più uno per puntare al titolo NBA

di Michele Gibin

Pat Riley non si è nascosto in una recente intervista al Miami Herald: guarderà al mercato già a febbraio, e se l’occasione giusta dovesse presentarsi, i Miami Heat sapranno coglierla.

In questa prima parte di regular season, la squadra di coach Erik Spoelstra ha retto il passo delle alte aspettative che alla vigilia attendevano i Miami Heat, forti dell’arrivo di Jimmy Butler, e della crescita di un Bam Adebayo non più costretto a dividersi i minuti a centro area con Hassan Whiteside, girato ai Portland Trail Blazers nella complicata trade estiva per Butler.

L’impatto quasi inaspettato dei due rookie Tyler Herro (scelta numero 14 al draft NBA 2019) e Kendrick Nunn (addirittura non scelto nel 2018), oltre che all’alto rendimento fin qui di giocatori di ruolo come Meyers Leonard (arrivato in cambio di Whiteside ed in scadenza di contratto) e persino Duncan Robinson, secondo anno da Michigan e titolare in stagione di un 42.3% al tiro da tre punti, hanno fatto il resto, assieme alla leadership di Butler e Goran Dragic.

Oggi, gli Heat si propongono come alternativa credibile ai Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo, ai Boston Celtics ed ai Philadelphia 76ers e Toronto Raptors per la guida di una Eastern Conference che ha recuperato buona parte del divario “storico” che la separava dalla parte ovest del tabellone.

La voglia di Riley di tornare a competere subito per un titolo NBA, ed alcune “congiunzioni astrali” favorevoli, potrebbero indurre i Miami Heat a tentare il colpaccio sul mercato di febbraio (la trade deadline 2020 è fissata per il 6 febbraio). Dal prossimo 15 dicembre, il 40% dei giocatori sistematisi durante la free agency 2019 tornerà potenzialmente sul mercato, quali sono i tre colpi di mercato che renderebbero i Miami Heat una contender per l’anello?

Primo colpo: un arrivo inaspettato…

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi