fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationEvidenza Heat, tre possibili colpi di mercato più uno per puntare al titolo NBA

Heat, tre possibili colpi di mercato più uno per puntare al titolo NBA

di Michele Gibin

Miami Heat, i colpi di mercato: Blake Griffin

Griffin si trova oggi in una situazione simile a quella di Chris Paul, suo ex compagno ai tempi dei Los Angeles Clippers. Contratto lungo, oneroso, e situazione tecnica tutt’altro che ideale (per motivi diversi rispetto a Paul).

I Detroit Pistons 2019\20 sono partiti con la prospettiva di fare meglio del 42-40 con cui chiusero la stagione scorsa. I risultati sono stati però disastrosi, fin qui, complice qualche problema fisico per Reggie Jackson, Derrick Rose e per lo stesso Blake Griffin.

Andre Drummond, la colonna della squadra, potrebbe diventare free agent nell’estate 2020, ed a 27 anni e, chissà, reduce dalla miglior stagione in carriera, il prodotto di UConn sarebbe il pezzo più pregiato della prossima classe di free agent (squadre come Kings, Knicks e Hornets potrebbero fare follie per Drummond).

Blake Griffin potrebbe lasciare i Pistons?

Se Drummond dovesse partire, per i Pistons si aprirebbero di nuovo le porte della ricostruzione, con il ricco contratto di Reggie Jackson in scadenza. Griffin si ritroverebbe, a 31 anni e con una storia di problemi fisici alle spalle, quale unica star di una squadra senza futuro. Se le difficoltà dei Pistons proseguissero, ecco che Ed Stefanski e Arn Tellem, numero uno e due del front office dei Pistons, potrebbero esplorare scenari di trade per Griffin nel tentativo di svecchiare la squadra.

Quanto potrebbero osare i Miami Heat per Blake Griffin? I Pistons avrebbero buon gioco a puntare al rialzo, chiedendo in cambio uno tra Tyler Herro e Kendrick Nunn, Miami rilancerebbe con il contratto ed il talento del “solito” Winslow. James Johnson, Kelly Olynyk o Dion Waiters completerebbero il pacchetto, un’alternativa suggestiva per i Pistons potrebbe essere quella di Goran Dragic.

Potrebbe Riley davvero considerare l’idea di privarsi di Nunn, per Griffin? Se le condizioni della star dei Pistons si dimostrassero più buone di quelle di questo inizio di stagione, potrebbe non essere un’ipotesi da escludere a priori.

L’accoppiata Drummond-Griffin ha prodotto a Detroit risultati abbastanza buoni da poter essere replicata con Adebayo a Miami, in un contesto tecnico di livello senza dubbio superiore. Con Butler, Dragic, Nunn (forse), Herro e Kelly Olynyk, Spoelstra avrebbe modo di ottimizzare l’utilizzo di Griffin, preservandolo per quando ci saranno da fronteggiare le grandi rivali della Eastern Conference.

L’uomo mercato del 2020 nel mirino dei Miami Heat?

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi