Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets NBA: KD e Irving super, i Nets superano i Cavs. “Ora contro Boston, non sarà facile”

NBA: KD e Irving super, i Nets superano i Cavs. “Ora contro Boston, non sarà facile”

di Michele Gibin
nets cavs

Con Kevin Durant, Kyrie Irving e abbastanza sorprendentemente con un’ottima prova difensiva, i Brooklyn Nets battono per 115-108 al Barclays Center i Cleveland Cavs e si qualificano ai playoffs della Eastern Conference con la testa di serie numero 7. Sfideranno ora i Boston Celtics.

Contro dei Cavs ancora senza Jarrett Allen e che avevano chiuso la stagione regolare in netto calo, Kyrie Irving si permette di segnare tutti e 12 i primi tiri della sua partita, chiuderà con 34 punti e 12 assist e appena 3 errori dal campo. Kevin Durant è però il genio ispiratore di una delle migliori partite stagionali giocate dalla sua squadra: 25 punti con 11 assist, e una prova difensiva da manuale soprattutto nel primo tempo, dove rifila due stoppate già nel primo quarto e in transizione manda a segnare Irving, Bruce Brown Jr e Andre Drummond con facilità.

Sulle spalle di KD i Nets costruiscono nel primo quarto il loro vantaggio (40-20) e sostanzialmente la loro vittoria. Cleveland è soprattutto Darius Garland, nel secondo quarto Rajon Rondo e Kevin Love provano a riportare sotto gli ospiti che sono però “zavorrati” loro malgrado dai disastri di Caris LeVert, tra i peggiori in campo, e Isaac Okoro.

Garland segna 34 punti con 5 assist, i Cavaliers si avvicinano seriamente nel punteggio solo nel quarto periodo (97-91 dopo una tripla di Love) quando decidono in difesa di togliere a forza di raddoppi la palla dalle mani di Durant e Irving. Mossa a cui Brooklyn – ovvero Durant – replica liberando Bruce Brown Jr per giocare le situazioni di 4 vs 3 che i raddoppi generano. Risultato, alley-oop dopo alley-oop per Nicolas Claxton, che gioca il quarto quarto al posto di Drummond, e vittoria e play-in in tasca.

Brown Jr chiude con 18 punti, 9 rimbalzi e 8 assist in 40 minuti, Andre Drummond segna 16 punti con 8 rimbalzi in appena 19 minuti e nel secondo tempo si impone Claxton, con 13 punti.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da NBA Passion (@nbapassion_com)

KD e Irving sono due superstar, e fanno quello di mestiere“, gongola Steve Nash dopo la partita. Soprattutto la prestazione offensiva di Kyrie Irving è stata impressionante, l’ex Cavs e Celtics si è esibito nella solita master class di tiri difficili e jumper dai 4-5 metri, segnati con facilità. Il suo 12 su 12 dal campo iniziale sarebbe stato un record ai playoffs. “Per me è una benedizione essere in grado di scendere in campo e giocare così,” Kyrie ricorda di giocare durante il mese di digiuno diurno dettato dal RamadanNon è facile, per nulla. per cui si, non si prende mai per scontato nulla e non ho neppure il tempo di cercare distrazioni durante il giorno. Scendo in campo e cerco di concentrarmi sui dettagli. Ci sono, respiro e questo è sufficiente. (Il digiuno, ndr) ti semplifica la vita, mette tutto in un’altra prospettiva… non devi pensare al fatto che hai fame o altro. E’ un viaggio e me lo sto godendo“.

Fare il Ramadan è dura, soprattutto se fai questo mestiere” così Durant “Ma giocare così? Nell’ultima settimana, Kyrie ci ha dimostrato che non è un essere umano normale, è stato grande e spero possa continuare“.

Ora i Nets troveranno i Boston Celtics, testa di serie numero 2 a Est e avversario ben più temibile dei Cavs rimaneggiati e che pagano la pochissima esperienza dei Garland, Markkanen, Mobley e e LeVert con troppi falli. “Per noi Boston è un altro test e un’altra sfida“, commenta Irving che in stagione regolare non è stato particolarmente brillante contro la sua ex squadra “ma noi vogliamo continuare a giocare fino a giugno“.

Nets, Durant sgrida Bruce Brown: “I Celtics meritano rispetto”

A proposito di Boston, Kevin Durant si è permesso in conferenza stampa di riprendere il suo compagno di squadra Bruce Brown per una frase giudicata troppo baldanzosa dell’ex Pistons. Brown aveva detto che senza Robert Williams, infortunato, i Celtics sarebbero stati “attaccabili, potremmo attaccare Al Horford e Daniel Theis, dovremo essere fisici“.

Non sarà facile“, spiega Durant “Noi rispettiamo i nostri avversari, non abbiamo bisogno di dirci che cosa gli faremo. Non mi è piaciuto il suo commento, sembra detto da uno troppo eccitato (“caffeine pride talking”, ndr) ma Bruce è fatto così (…) non abbiamo bisogno di parlare così. Scendiamo in campo e giochiamo. E io mi aspetto di vederci scendere in campo e giocare duro“.

I Cleveland Cavaliers avranno una seconda opportunità di guadagnarsi i playoffs, affronteranno la vincente della sfida tra Charlotte Hornets e Atlanta Hawks per la testa di serie numero 8 e il primo turno contro i Miami Heat.

You may also like

Lascia un commento