Kevin Knox nella storia dei Knicks: "Onorato di essere in un gruppo di giocatori leggendari"
129111
post-template-default,single,single-post,postid-129111,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Kevin Knox nella storia dei Knicks: “Onorato di essere in un gruppo di giocatori leggendari”

new york knicks

Kevin Knox nella storia dei Knicks: “Onorato di essere in un gruppo di giocatori leggendari”

Kevin Knox continua a rivelarsi la scelta giusta del nuovo corso dei Knicks. Il prodotto di Kentucky infatti resta il giocatore più in forma del team della Grande Mela.

Kevin Knox: “Ci rialzeremo prima del dovuto, I tifosi possono stare tranquilli”

Continua il periodo nero dei New York Knicks. La squadra di coach Fizdale resta al momento la squadra meno in forma della lega, ma in questo ultimo mese di regular season ha trovato una ragione per sorridere.

L’ottava scelta del Draft 2018 Kevin Knox sta disputando il massimo livello di pallacanestro in questo ultimo mese nonostante i pessimi risultati della franchigia newyorchese, riuscendo a rivelarsi uno dei trascinatori fondamentali del nuovo corso dei Knicks.

L’ennesima conferma dei progressi del prodotto di Kentucky è arrivata la scorsa notte con la prestazione da 31 punti e 7 rimbalzi, che lo ha eletto miglior rookie della storia dei Knicks per punti realizzati in una partita Nba.

Oltre a questo record, il giovane Knox è diventato il sesto più giovane a realizzare una prestazione da 30 punti all’età di 19 anni e 155 giorni, unendosi a giocatori come Jaren Jackson Jr, Devin Booker, Kevin Durant, LeBron James e Kobe Bryant.

Motivo d’orgoglio per lo stesso Kevin Knox, che al termine del match, ha espresso tutta la sua gioia per il raggiungimento del tanto ambito traguardo.

Ecco le parole rilasciate dal prodotto di Kentucky ai microfoni di ‘Espn.com‘:

Sono felice della mia prestazione e della reazione messa in mostra dalla squadra. Sono onorato di essere entrato nella storia dei Knicks, ma quello che voglio per il futuro e che la franchigia torni a splendere nei posti che contano. Essere in una classifica dei giocatori più giovani della lega a realizzare 30+ punti in un match Nba non fa altro che lusingarmi. È un onore essere con gente come LBJ, Kobe e Durant in questo gruppo molto particolare.”

 

LEGGI ANCHE:

Bickerstaff sulle potenzialità di Jaren Jackson Jr: “Per crescere ha bisogno di standard elevati”

Tony Parker ritorna a San Antonio. Patty Mills: “Riceverà un grande benvenuto”

Post Warriors-Bulls, Bobby Portis: “KD ha provato a mettermi fuori gioco”

Altro record per James Harden: eguagliato Kobe Bryant

Nikola Jokic stende i Blazers, il Pepsi Center lo acclama: “MVP? Stavo sbagliando il libero…”

Warriors OK a Dallas grazie a Curry, Durant: “Doncic un All-Star, l’Europa un grande vantaggio per lui”

Luca Castellano
lucacastellano7@gmail.com

Amante del basket dall'età di 8 anni e amante dell'NBA a 360 gradi. Aspirante giornalista/ telecronista di pallacanestro, con lo scopo di divulgare la sua passione alla portata di tutti.

No Comments

Post A Comment