fbpx
Home Mondiali Basket 2019 Italia-Serbia, le parole di Danilo Gallinari dopo il match

Italia-Serbia, le parole di Danilo Gallinari dopo il match

di Michele Gibin

Italia-Serbia, le parole di Danilo Gallinari, top scorer per gli azzurri, dopo la partita.

Il Gallo ha chiuso la sua gara con il miglior bottino dei suoi Mondiali per quanto riguarda i punti, ma non è per nulla soddisfatto del risultato della partita, che ha visto la fortissima Serbia prevalere nettamente soprattutto nel secondo tempo.

La differenza tra noi e la Serbia si è vista nella continuità della partita. Abbiamo fatto una buona gara per tre quarti, poi sappiamo bene che per reggere bisogna fare 40 minuti al massimo. E in questo sono stati più bravi loro” Così Danilo dopo aver messo a referto 26 punti con 8 rimbalzi in 33 minuti “Non guardo alla mia prestazione individuale: è una sconfitta e l’unica cosa a cui pensare è che ci sono altre sfide in cui poter provare a rifarci. Con Spagna e Porto Rico dobbiamo arrivare carichi, recuperare il più possibile le energie e pronti ad affrontare altre due lotte come la sfida di oggi“.

Il break della Serbia, comunque sempre avanti nel punteggio, è arrivato nel terzo quarto quando gli azzurri hanno speso dopo appena 4 minuti il bonus falli. I tanti viaggi in lunetta hanno poco a poco scavato un solco incolmabile per l’Italia, la squadra di coach Sasha Djordjevic ha chiuso con ben 34 tiri liberi tentati: “Se concedi così tanti liberi a un gruppo così forte poi fai fatica a stargli dietro. Hanno giocato molto sui lunghi e grazie a loro sono andati in lunetta. In più a cronometro fermo hanno ottime percentuali e questo ha fatto la differenza. Inoltre la capacità di costruire tiri con spazio è sempre stata una loro prerogativa: non abbiamo certo scoperto questa sera la loro forza“.

Gallinari si è sacrificato in difesa, marcando spesso i 210 centimetri e la fisicità di Nikola Jokic (15 punti, 6 rimbalzi e 4 assist a fine gara per la star dei Denver Nuggets), vedendosi inoltre affibbiare un fallo antisportivo per un contatto con Miroslav Raduljica, che da solo ha tentato ben 13 tiri liberi.

L’Italia ha passato il turno al secondo posto del girone D, risultato che la spedirà alla seconda fase nel girone J con Spagna (prima nel girone C) e Portorico.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi