fbpx
Home Mondiali Basket 2019 E sono due per l’Italia! Angola battuta 92 a 61 e applausi per Belinelli

E sono due per l’Italia! Angola battuta 92 a 61 e applausi per Belinelli

di Francesco Catalano

Altra vittoria importante per l’Italia che batte l’Angola col punteggio di 92 a 61. Match che non è mai stato messo in discussione, ma senza dubbio è stata una gara più impegnativa rispetto a quella vinta sabato con le Filippine. Gli angolani si sono dimostrati più precisi sotto canestro e a tratti si sono mossi con diligenza in fase difensiva. Coach Meo Sacchetti infatti ha impiegato i migliori con un minutaggio più robusto rispetto a sabato in cui aveva dato più spazio alle seconde file.

Il primo tempo di Italia-Angola: Belinelli entra nella storia italiana

L’Italia parte con Hackett, Belinelli, Datome, Gallinari e Biligha. L’ex Virtus Bologna Moreira parte forte e prova a far paura agli azzurri che inizialmente sbagliano qualche tiro. Poi Hackett mette una tripla e Gallinari penetra e schiaccia. L’Italia inizia pian piano a carburare: Belinelli segna una tripla e poi dalla lunetta è implacabile con tre tiri liberi. Il “Beli” diventa così il quinto miglior marcatore azzurro di sempre.

A fine primo quarto, Biligha recupera un pallone e lo insacca. La prima frazione finisce per l’Italia 25 a 11: un pizzico di imprecisione dai liberi ma la squadra è ben messa in campo. Nel secondo quarto c’è più spazio per le riserve e sale in cattedra Brooks che in fase difensiva innalza una barriera. La sua stoppata feroce su un tentativo di canestro degli avversari infiamma l’arena. Si va all’intervallo sul 44 a 21 dopo le triple consecutive di Gentile e Brooks.

Nel secondo tempo gli azzurri si limitano a consolidare il vantaggio accumulato con gli angolani che crescono un po’ di livello. Nel terzo quarto parte fortissimo Gallinari che incanta il pubblico con una schiacciata sontuosa ed una stoppata. Seguono le triple di Belinelli e Datome che poi esegue anche un ottimo fade-away. Il capitano oggi è rimasto più in ombra del solito; anche per il fatto che coach Sacchetti ha preferito farlo riposare un po’ rispetto ai compagni. Gli angolani cercano di scuotersi con le giocate di Morais e la forza fisica di Paulo che mantiene una buona percentuale dai liberi; tuttavia, l’Italia mette in mostra un giropalla fluido ed efficace che permette ad Abass di segnare una tripla in scioltezza. Il terzo quarto termina 70 a 42.

L’ultimo periodo è una mera amministrazione del gioco da parte dei ragazzi di Sacchetti, che dà spazio alle riserve. Straripante Brooks che raccoglie un rimbalzo offensivo e poi schiaccia con violenza. Seguono dei raffinati ganci di Tessitori che quest’oggi dimostra discreta precisione. Nel finale avviene una piccola scaramuccia tra Alessandro Gentile e Leonel Paulo: spinta dell’azzurro e testata dell’angolano. Entrambi i giocatori vengono allontanati dal campo. L’incontro finisce così 92 a 61.

Altra ottima gara dell’Italia che con questa vittoria si assicura il passaggio del turno. Nel pomeriggio la Serbia di Sasha Djordjevic affronterà le Filippine e, salvo incredibili sorprese, vincerà senza problemi. Italia e Serbia si giocheranno così nel loro terzo incontro dopo poche settimane il primo posto nel girone. Nel match di oggi si sono visti di nuovo grandi miglioramenti da parte degli azzurri: migliore fluidità di gioco con la creazioni di tiri migliori e soprattutto una fase difensiva più precisa e metodica. Pare inoltre in crescendo la chimica e l’intesa presente tra i ragazzi che sembrano trovarsi con molta più naturalezza rispetto alle precedenti uscite.

Il migliore in campo è stato proprio Marco Belinelli che ha messo a referto 17 punti con un 4/4 dai liberi. A seguire Brooks e Abass con 11 punti ciascuno e Tessitori con 10.

Il prossimo appuntamento con la Serbia prenderà inizio mercoledì alle 13 e 30.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi