fbpx
Home Mondiali Basket 2019 Luis Scola trascina l’Argentina e entra nella storia: “Un onore incredibile”

Luis Scola trascina l’Argentina e entra nella storia: “Un onore incredibile”

di Dennis Izzo

Una giornata memorabile per Luis Scola, lungo 39enne che in NBA ha giocato per dieci anni, dal 2007 al 2017, indossando le maglie di Houston Rockets (2007-2012), Phoenix Suns (2012-2013), Indiana Pacers (2013-2015), Toronto Raptors (2015-2016) e Brooklyn Nets (2016-2017), per poi trasferirsi in Cina, dove attualmente indossa la maglia degli Shanghai Sharks. Il nativo di Buenos Aires, infatti, ha trascinato la sua Argentina alla seconda vittoria consecutiva nei Mondiali FIBA, che si stanno disputando proprio in Cina: dopo il 95-69 rifilato alla Corea del Sud nella giornata inaugurale del torneo, Scola ha messo a referto una doppia doppia da 23 punti e 10 rimbalzi nel successo per 91-84 contro la Nigeria in quel di Wuhan.

Luis Scola ferma il tempo e riscrive la storia dei Mondiali FIBA

Luis Scola, 39 anni compiuti lo scorso 30 aprile: per lui è il quinto Mondiale.

Selezionato con la cinquantottesima scelta al Draft 2002 dai San Antonio Spurs ma approdato in NBA ben cinque anni più tardi, Scola indossa la maglia dell’Argentina dal 1999 e ne è attualmente il leader, soprattutto dopo il ritiro dal basket giocato di Manu Ginobili. Grazie alla sua super prestazione contro la Nigeria (7 punti segnati nel solo primo tempo), l’ex Rockets tocca quota 611 punti totali segnati ai Mondiali (che ha già disputato nel 2002 negli Stati Uniti, nel 2006 in Giappone, nel 2010 in Turchia e nel 2014 in Spagna), salendo al secondo posto all-time e scavalcando l’australiano Andrew Gaze. Davanti a lui, ora, c’è soltanto il brasiliano Oscar Schmidt, leader di sempre con 906 punti.

“Lui non lo sa, ma nel 1990, quando andò a giocare in Argentina andai a guardarlo. Sono un suo grande fan, penso che sia uno dei più grandi giocatori della storia del basket. Sono molto felice, è un onore vedere il mio nome vicino al suo e a quello di tanti altri campioni. Sento che tra un paio di settimane mi divertirò di più, ora sono concentrato sul nostro percorso. Superare i 906 punti di Oscar Schmidt è impossibile. Lui è il mio grande eroe e una parte di me non vorrebbe superarlo.”, ha dichiarato Scola in merito al nuovo record individuale centrato alla veneranda età di 39 anni. L’Argentina tornerà in campo mercoledì prossimo per l’ultima gara della fase a gruppi contro la Russia.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi