fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationEvidenza Cinque idee per cinque squadre che potrebbero arrivare a Draymond Green

Cinque idee per cinque squadre che potrebbero arrivare a Draymond Green

di Michele Gibin

Draymond Green trade: Miami Heat

I Miami Heat saranno i compratori per eccellenza da qui a febbraio: la loro struttura salariale glielo permette, l’aver trovato tra l’erba alta due giocatori di impatto e prospettiva come Tyler Herro e l’incredibile Kendrick Nunn li invoglierà a tentare, i progressi di Bam Adebayo li convinceranno presto.

In Florida, Draymond Green troverebbe pane per i suoi denti (Jimmy Butler) un coach bi-campione NBA, una cultura vincente, e Pat Riley (che non sarà più quello di una volta ma, per Diana, è Pat Riley). Il nucleo Butler-Green-Adebayo-Herro, più chi non dovesse rientrare in un’ipotetica trade, renderebbe i Miami Heat da corsa immediata ad Est.

Un tandem Butler-Green?

I contratti in scadenza di Goran Dragic e Meyers Leonard farebbero comodo ai Golden State Warriors, impegnati a libro paga per la stagione 2020\21 per 148 milioni di dollari. Gli Heat cercherebbero sicuramente di infilare in una eventuale trade uno tra i contratti dei due reietti Dion Waiters e James Johnson, magari tentando di addolcire la pillola  con la presenza di Justise Winslow.

Golden State dovrebbe a propria volta inserire assieme a Green il contratto di Willie Cauley-Stein, se non addirittura quello di Kevon Looney.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi